Partire in missione

CONSIGLI UTILI PER CHI PARTE IN MISSIONE IN KENYA O SENEGAL

_CMG4361-1280

Alcune foto delle ultime missioni

Sicilia
Destinazioni: Ragusa presso Sprar di migranti maggiorenni; Trapani presso Cas e Sprar di ragazzi maggiorenni e minorenni; Mazzarino presso casa di accoglienza di minorenni; Capocorso Siracusa presso centro accoglienza minorenni vittime di tratta e centro di ragazzi minorenni
Requisiti: non sono richieste abilità particolari. Essere maggiorenni; meglio se con una ligua straniera conosciuta. Iscrizione a Praticare onlus euro10.
Aver seguito breve corsi di preparazione.
Attività da svolgere: corsi di fornazione, animazione, condivisione delle attività interne alle strutture, organizzazione giochi e laboratori
Partenza: durante tutto l’anno almeno in coppia o piccoli gruppi
SENEGAL
Abbiamo due missioni in Senegal, una più urbana (Mbour), l’altra si svolge invece in alcuni villaggi della casamance in foresta.
MBOUR
si può scegliere se effettuare prevalentemente il servizio presso La Pouponnière (orfanotrofio di neonati e bimbi), alloggiando presso la Maison des Jeunes (10 euro a settimana per alloggio, vitto a discrezione del volontario), oppure il Centro dei Talibè (bimbi di Strada), alloggiando presso una casa occidentale in affitto (20 euro a settimana per alloggio, vitto a discrezione del volontario). Coloro che vanno a mbour effettueranno comunque entrambi i servizi. Presso la pouponnière si tratta di stare con i bimbi, accudirli, nutrirli e giocare con loro; presso il centro dei Talibè, chi studia discipline medico_infermieristiche o è già nel campo, lavorerà presso l’infermieria del centro effettuando medicazioni e consultazioni mediche (anche nei quartieri poveri dove i bimbi abitano); gli altri si dedicano all’animazione del centro e alla scuola.
Requisiti: essere maggiorenni, iscrizione a Praticare onlus euro10, assicurazione stipulata dalla onlus euro 16, vaccinazioni richieste (in alcune regioni sono gratuite dietro presentazione della lettera di missione), aver frequentato il corso organizzato dalla Onlus, spirito di adattamento e di condivisione.
Partenze: verificate le condizioni di sicurezza civile e sanitaria del Paese, si parte almeno in coppia o piccoli gruppi per 15 giorni con arrivo all’aeroporto di Dakar. La onlus provvede a organizzare trasporti interni a pagamento condiviso tra i volontari sul posto.
Si provvederà a organizzare anche due escursioni turistiche vicino al luogo di servizio
CASAMANCE
si arriva da Dakar attraversando la Gambia in villaggi circondati dalla foresta(nessun pericolo di animali velenosi o pericolosi). Per chi è sanitario: si dedicherà ad affiancare gli infermieri locali e a curare/medicare gratuitamente le persone del posto; per gli altri (fatta eccezione per abilità e competenze specifiche come agronomi, informatici, coltivatori e muratori), ci si dedica alla formazione e animazione dei bambini del villaggio.
Si dorme in case in cemento da noi costruite, bagni e docce spartane.
Per vitto e alloggio è richiesto 10 euro al giorno. Un servizio locale provvederà ai tre pasti.
Requisiti: come per Mbour.
Partenze: come per Mbour
KENYA
la missione si svolge nella città di Nyeri, presso la Caritas locale. Coloro che provengono da studi sanitari o già esercitano andranno a prestare servizio presso il General Hospital della Consolata mentre gli altri presso il carcere e la Caritas di Nyeri con attività di sostegno e formazione per i detenuti, bimbi e malati mentali.
Requisiti: essere maggiorenni, iscrizione di 10 euro a Praticare onlus, assicurazione stipulata dall’associazione euro 16, vaccinazioni richieste (in alcune regioni italiane sono gratuite dietro lettera di missione); aver frequentato il corso organizzato dalla Onlus; spirito di adattamento e condivisione. Fortemente consigliata la conoscenza della lingua inglese.
Partenze: verificate le condizioni di sicurezza civile e sanitaria del Paese, si parte almeno in coppia o piccoli gruppi per 15 giorni con arrivo all’aeroporto di Nairobi. La onlus provvede a organizzare trasporti interni a pagamento condiviso tra i volontari sul posto, ai quali è richiesto un contributo di 18 euro al giorno per vitto e alloggio.
Si provvederà a organizzare anche dei mini Safari e gite al di là del servizio quotidiano.
Per ogni informazione sulle missioni, scrivere a [email protected]  (oggetto: info missioni) o chiamare num.3386702284,orari serali.

IMG-20170405-WA0040IMG-20170209-WA0004

Precauzioni comportamentali in Africa

Ecco le 10 regole d’oro da seguire:

  1. Bere soltanto da bevande imbottigliate e sigillate;
  2. Non aggiungere ghiaccio alle bevande;
  3. Non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati;
  4. Frutta e verdura crude vanno consumate solo dopo averle sbucciate;
  5. Non consumare pesce o frutti di mare crudi o poco cotti;
  6. Non mangiare carni crude;
  7. Consumare solo cibi ben cotti, ancora caldi;
  8. Non acquistare generi alimentari da venditori ambulanti;
  9. Curare l’igiene personale, usare acqua potabile anche per lavarsi i denti, lavarsi sempre le mani prima dei pasti e dopo l’uso dei servizi igienici;
  10. In mancanza di acqua potabile consumarla solo dopo bollitura o con l’aggiunta di qualche disinfettante.

Sicurezza

E’ necessario comunque rispettare le seguenti norme:

  • Soprattutto per le ragazze: non andare in giro da sole o in gruppo senza essere accompagnati dai locali.
  • Non addentrarsi per alcun motivo nei luoghi sconsigliati dai locali.
  • Comunicare immediatamente eventuali stati di malattia.
  • Attenersi sempre alle indicazioni fornite dal responsabile di missione e dai collaboratori locali.
  • Evitare di uscire per la città/villaggio durante le ore notturne, sopratutto se non accompagnati da collaboratori locali.

 

Vaccinazioni raccomandate (dalle linee guida guida dell’OMS)

  • Febbre gialla: si può contrarre mediante puntura di zanzara. Il vaccino ha validità 10 anni. E’ obbligatorio solo per i viaggiatori che provengono o che si recano in zone endemiche per la febbre gialla
  • Tetano: fare 1 dose di richiamo nel caso siano passati più di 10 anni dall’ultimo richiamo.
  • Epatite B: si può contrarre mediante rapporti sessuali e scambi di sangue. Per i nati dal 1980 in poi la vaccinazione dovrebbe già essere stata eseguita.
  • Epatite A: si contrae mediante ingestione di cibi contaminati. La vaccinazione consiste in 2 dosi: la prima dose effettuata prima della partenza, la seconda dose a distanza di 6-12 mesi dalla prima.
  • Febbre tifoide: si contrae mediante ingestione di cibi contaminati. Esistono 2 tipi di vaccinazioni (scegliere quella che si preferisce)

 

Vaccinazioni consigliate (ma saranno i medici delle vaccinazioni internazionali a spiegarvi, in base alla località di destinazione)

Colera

vaccino orale, DUKORAL. Acquistabile mediante ricetta medica, non mutuabile, costo 38,50 euro circa. Il rischio di epidemie di colera è presente ma il vaccino fornisce una certa protezione contro le altre cause di “diarrea del viaggiatore”. E’ costituito da 2 dosi che vanno assunte a distanza di 1-6 settimane l’una dall’altra.

Profilassi anti-malarica

La malaria si contrae mediante puntura di zanzara. Il rischio di malaria, principalmente da P. Falciparum, esiste tutto l’anno in tutto il paese. Profilassi raccomandata:

  • Meflochina (LARIAM): mutuabile mediante impegnativa rossa del medico di base. Dosaggio: 1 cp a settimana da assumere una settimana prima della partenza, per tutto il soggiorno, fino a 4 settimane dopo il ritorno. Possibili effetti collaterali: gastroenterici (nausea, vomito, mal di stomaco) e psichiatrici (disturbi dell’attenzione, del sonno, allucinazioni, …).
  • Atovaquone + proguanile (MALARONE): acquistabile mediante ricetta medica, non mutuabile, molto caro (1 confezione da 12 compresse costa 54,06 euro!). In Francia costa meno. Dosaggio: 1 cp al giorno da assumere 2 giorni prima della partenza, durante tutto il soggiorno (max 28 gg), fino a 1 settimana dopo il ritorno. Possibili effetti collaterali: gastroenterici (nausea, vomito, mal di stomaco).
  • DOXICILINA (informarsi presso il medico di base e all’ufficio delle Vaccinazioni Internazionali)

Si sconsiglia fortemente il Lariam a causa dei gravi effetti collaterali né Malarone perché troppo costoso (Circa 50 euro a scatola) quindi si suggerisce Doxicilina Bassado a basso prezzo ed efficace anche come antinfiammatorio.

Cosa portare in viaggio?

Abbigliamento

Alcune considerazioni: Per le ragazze dotarsi di abbigliamento consono (no abiti scollati e pantaloni non eccessivamente corti).

Il bucato viene fatto a mano personalmente.

Clima tropicale: caldo umido tutto l’anno. La temperatura oscilla tra 26° e 34° nel corso dell’anno. Caratteristiche stagionali: 2 stagioni. * Da ottobre a aprile: stagione piovosa con temperature più alte e forte tasso di umidità (80-90%). * Da maggio a settembre: stagione secca con temperature più fresche e assenza di pioggia.

Portare:

  • Abiti leggeri per il giorno, meglio non pantaloncini né top.
  • Per la sera è consigliato avere felpa, K-Way o giacca estiva ed eventuale pantalone più pesante.
  • Per l’imbrunire è utile vestirsi con magliette e/o camice a maniche lunghe di colore chiaro e pantalone lungo di colore chiaro.
  • Ciabatte da piscina e scarpe leggere chiuse (tipo Superga). Cappelli e bandane.

 

Igiene personale e varie

  • Occorrente per l’igiene personale (sapone intimo tipo Saugella)
  • rotoli di carta igienica
  • Salviette umidificate
  • Amukina per le mani
  • Deodorante crema specifico per l’iper-sudorazione. Meglio non utilizzare deodoranti classici: attirano zanzare e insetti.
  • Busta impermeabile dove mettere l’occorrente e poter appoggiare… ovunque!
  • Asciugamani e lenzuola per letto singolo (se disponibile, sacco lenzuolo consigliato)
  • Crema solare protezione alta
  • Eventuali medicinali di uso personale e di primo soccorso (ma non esagerate!)
  • Sapone di Marsiglia per il bucato (meglio se non liquido!)
  • Mollette per stendere
  • Repellente per zanzare (consigliato OFF o AUTAN TROPICAL)
  • Qualche alimento particolarmente adorato da poter magari condividere nei momenti di difficoltà (vedi nutella, pesto, etc..)

 

Attrezzatura varia + tecnologia e simili

  • Torcia elettrica
  • Pile stilo
  • Zaino per brevi spostamenti
  • Marsupio (magari sottile da poter porre sotto i vestiti per nascondere soldi e/o documenti)
  • Per chi è alla prima esperienza è bello e interessante portarsi un taccuino su cui scrivere le prime emozioni, sensazioni ed esperienze (per ricerca etnografica)

 

Documenti e varie

  • Biglietto di viaggio
  • Fotocopie biglietto di viaggio (una copia per bagaglio)
  • Passaporto e Carta Identità
  • Fotocopia Passaporto e Carta Identità (portarli sempre con sé!)
  • Tessera vaccinazioni (compresa febbre gialla)
  • Fotocopia tessera sanitaria italiana
  • Soldi per spese personali in euro (verranno poi cambiati con contante locale sul posto).
  • Materiale lavoro Matite – biro – evidenziatori – gomma – temperino
  • Block notes
  • Dizionario tascabile (italiano – francese/inglese)

 

Nel bagaglio a mano

  • 1 Cambio Occorrente per igiene personale
  • Documenti utili al viaggio (passaporto, biglietto di viaggio, tessera vaccini)
  • Medicinali e “antimalarica”
  • Eventuale tecnologia

NB: Nel bagaglio a mano no liquidi. Se strettamente necessario: l’acqua è consigliabile acquistarla in aeroporto dopo la dogana. Per altri tipi di liquidi devono essere tenuti in contenitori di capacità di 100 ml; la quantità max di volume consentita è 100 ml da conservare in una busta trasparente apertura a zip per una migliore ispezione da parte degli agenti di sicurezza.

E’ necessario portare dei FARMACI? Se Sì, quali portare?

  • Necessario per medicazioni: disinfettante (BETADINE/CLOREXIDINA), garze, cerotti, fasce.
  • Termometro.
  • Analgesici (ad es. FELDENE, VOLTAREN…) + antipiretici (TACHIPIRINA).
  • Antibiotici per coprire eventuali infezioni delle vie aeree, urinarie (ad es. AUGMENTIN 1g, CIPROXIN 500 mg) o intestinali (in caso di diarrea CIPROXIN 500 mg, NORMIX).
  • Antidiarroico (ad es. IMODIUM).
  • Fermenti lattici (vedi ZIRFOS)
  • Antispastico (ad es. BUSCOPAN).
  • Antiemetico (ad es. PLASIL).
  • Antiacido (ad es. MAALOX, RANIDIL, PANTORC).
  • Cortisonici in puff (anche se non si soffre di patologie polmonari)
  • Antiistaminico e cortisonico in compresse per allergie (ad es. ZIRTEC e DELTACORTENE).
  • Integratori alimentari (ad es. MULTICENTRUM) e bustine per reidratazione orale (ad es. POLASE).
  • Crema solare.
  • Profilassi antimalarica (consigliato BASSADO Doxiciclina)
  • Eventualmente collirio antibiotico per congiuntiviti o otiti (ad es. TOBRAL).
  • Eventuali medicine personali.
  • Repellente per zanzare (ad es. AUTAN TROPICAL).
  • Disinfettante per l’acqua (AMUCHINA).

Link e numeri utili

Per approfondimenti Per ulteriori informazioni consultare i seguenti siti: http://www.viaggiaresicuri.it

http://www.salute.gov.it/malattieInfettive/malattieInfettive.jsp

http://www.ilgirodelmondo.it : il sito della Medicina dei Viaggi dell’Ospedale Amedeo di Savoia

http://www.simvim.it : il sito della Società Italiana di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni

http://www.who.int : il sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Numero di telefono Ambulatorio di Medicina Tropicale e dei viaggi (Centro al quale si può fare riferimento per le vaccinazioni e controlli al rientro in Italia): 011 4393857

Per le vaccinazioni, rivolgersi in VIA DELLA CONSOLATA 10, su appuntamento (fare vaccinazioni un mese prima della partenza)

Il tuo viaggio, con le indicazioni precise del tuo soggiorno, sarà registrato presso il servizio “Dove Siamo nel Mondo” dell’Unità di Crisi della Farnesina (https://www.dovesiamonelmondo.it/index.php?id=1).

Alcune foto delle ultime missioni

Lascia un Commento