Senegal

In Senegal ci occupiamo di due missioni, una nel villaggio di Bona a Casamance nella regione di Sédihou e l’altra a M’bour vicino a Dakar.

La prima si trova in campagna in un ambiente naturale molto bello e comprende  un orfanotrofio e un ambulatorio infermeristico.  Dopo essere atterrati a Dakar, Ibrahima, l’autista (nonché personaggio-guida dell’intera missione) verrà a prendere i missionari e si occuperà di accompagnarli fino a destinazione. Il viaggio Dakar-Casamance può durare fino a 11 ore, in quanto, una volta raggiunta la Gambia, ci sarà un fermo (che potrà quindi occupare molto tempo) e in battello si raggiungerà poi Bona, ovvero la meta. Si alloggerà all’interno di una Casa per missionari. A Bona è presente un infermiere che, essendo solo e molto richiesto, necessità di aiuto. Gli infermieri, inoltre, lavoreranno nei dispensari infermieristici, mentre i missionari generici si occuperanno di bambini o giovani ragazze a cui si cercherà d’insegnare qualche “mestiere” o attività occupazionale ed utile.

Sedihou1Sedhiou2

Présentation de la Région de Sédhiou

Situation sanitaire de la région de Sédhiou 2012

Médecine traditionnelle au Sénégal

Presentation situation scolaire

La seconda missione, la Pouponnière si trova a M’bour, vicino a Dakar.

I progetti attivi a Mbour sono i seguenti:

- OSPEDALE: chi verrà destinato all’ospedale di Mbour (unicamente studenti di infermieristica o impegnati in studi prettamente medici) alloggerà all’interno una casa ampia e ben fornita. In caso i avesse la necessità di lavorare in specifici reparti per la stesura della tesi, si potrà fare richiesta alla prof.ssa Fantauzzi. Gli orari di lavoro saranno, indicativamente, dalle 8.00 del mattino alle 15.00 circa.

IMG-20150821-WA0018IMG-20150105-WA0048IMG-20150105-WA0053

- ORFANOTROFIO: anche in orfanotrofio potranno operare infermieri e similari, data la presenza di due dispensari infermieristici. Ciononostante, operatori generici (non infermieri) potranno essere di grande aiuto cambiando i bambini, dando loro da mangiare, o semplicemente dando loro sollievo con giochi e attenzione e affetto. Chi opererà in orfanotrofio (non in ospedale) alloggerà in un ostello messo a disposizione dallo stesso orfanotrofio eparteciperà, a giorni alterni, anche al progetto talibè.

IMG-20150729-WA0017076 360IMG-20150824-WA0035 DSC09232-1280 P1010874-1280 DSC04591-1280 DSC09119-1280 DSC09318-1280

- TALIBÈ: il progetto talibè, su cui Prati-Care sta molto investendo, si occupa di bambini di strada. I talibè sono bambini che, sin da molto piccoli, vengono affidati ad un Marabut, una guida spirituale che dovrebbe insegnar loro il Corano. Purtroppo, il Marabut non si occupa delle loro necessità, quindi questi bambini vivono in strada e trascorrono le giornate elemosinando cibo e denaro, che sono tenuti a consegnare al Marabut. I volontari saranno presenti al centro talibè solo in mattinata, in quanto al pomeriggio (salvo rare eccezioni) la struttura è chiusa. Al mattino, intorno alle 8.30, i bambini iniziano ad arrivare al centro viene distribuita loro la colazione con pane e margarina e the. Dopo la colazione, iniziano le visite mediche: all’interno della struttura è presente un infermiere, Amara (“Amrà”), il quale si occupa di visitare e medicare i suoi piccoli pazienti singolarmente o in piccoli gruppi. Compito del missionario sarà, quindi, aiutare Amara durante le viste e/o proporre giochi ai bambini in attesa di essere visitati. Il raggiungimento di Mbour è piuttosto semplice: l’aereo atterrerà a Dakar e un autista verrà a prendere i missionari, portandoli alle relative abitazioni (casa dell’ospedale per gli infermieri, ostello per missionari generici). Mbour, essendo una cittadina, è ben fornita. Vi sarà acqua corrente (ma non potabile: l’acqua potabile dovrà essere acquistata)

mail.google.com.5 IMG-20150729-WA0013 IMG-20150729-WA0007

Testimonianza di una nostra socia di ritorno da una “missione” in Senegal

Informazioni generali ed organizzative Mbour e Casamance

Corso

Per partecipare alle missioni è necessario frequentare il corso, che si terrà il giovedì sera (in orario 20.30 – 22.00) con cadenza (da definire) settimanale o bisettimanale. Durante i corsi verranno impartite lezioni di francese e principi di wolof (dialetto senegalese), e verranno date utili informazioni antropologiche e riguardanti il concetto di sanità senegalese. La prossima riunione, con cena condivisa, si terrà giovedì 4 febbraio, alle ore 20.30, in Via Baiardi 8. Ogni riunione sarà comprensiva di cena condivisa, ogni genere alimentare avanzato verrà donato alle famiglie nel bisogno assistite da Prati-Care.

Vaccinazioni

Verrà consegnata lettera del missionario, con la quale ci si dovrà recare all’ufficio vaccinazioni internazionali, dove vi verranno somministrate, gratuitamente, tutte le vaccinazioni necessarie, eccetto l’antimalarica. La vaccinazione per la malaria è dall’associazione molto consigliata. Possibili antimalarici: altamente sconsigliato il Lariam, dati i forti effetti collaterali – allucinazioni, febbre alta, infertilità. Il Malarone risulta invece essere il più costoso (50€ a scatola, saranno necessarie 3-4 scatole). Consigliata è la Doxicillina Bassado, che è anche un antibiotico, dovrà essere assunta 1giorno prima della partenza, durante la missione e tre settimane dopo il ritorno, con cadenza giornaliera e sempre allo stesso orario (attenzione al fusorario!). Effetto collaterale della Doxicilina: fotosensibilità.

Durata missioni

Ogni turno di missione durerà 12/15 giorni

 

Lascia un Commento